Le caratteristiche di privacy di Bitcoin possono imparare una cosa o due da Monero

Per molti utenti di criptovalute, la privacy

Per molti utenti di criptovalute, la privacy continua a rimanere una priorità assoluta. Le popolari valute crittografiche come Bitcoin consentono agli utenti non solo di beneficiare di una forma più sicura di „denaro“ immutabile, ma aggiungono anche il vantaggio aggiuntivo di essere resistenti alla censura.

Tuttavia, gli ultimi anni hanno visto cripto-centrici sulla privacy come Monero e Zcash guadagnare molta trazione e sono suscettibili di influenzare ulteriormente le innovazioni tecnologiche anche all’interno della più ampia base di utenti di Bitcoin.

In una recente discussione, Andreas Antonopoulos, popolare sostenitore del Bitcoin, ha sottolineato come la privacy continui ad essere in prima linea nel movimento della crittovaluta e ha parlato della possibilità che le innovazioni tecnologiche che si trovano ora nelle monete per la privacy come Monero possano gocciolare giù ed evolvere fino a diventare un livello di privacy per il Bitcoin. Antonopoulos ha osservato che nel caso di Monero, le sue caratteristiche di privacy sono molto più complesse rispetto a quelle del Bitcoin, ha detto,

È interessante notare che un recente rapporto

„Monero è una catena di blocco separata e una crittovaluta che utilizza una combinazione di tecnologie di privacy molto forti per offrire un grado di anonimato che non ha eguali in Bitcoin“.

È interessante notare che un recente rapporto della Carnegie Mellon University che ha analizzato le caratteristiche di privacy delle popolari monete per la privacy ha notato che non tutti i protocolli di privacy e le basi di utenti sono uguali e godono dello stesso livello di privacy e anonimato. Nel caso di Monero, il ricercatore ha scoperto che i suoi protocolli di privacy sono estremamente robusti, ma nel caso di Zcash, la sua base utenti sembra continuare a non sfruttare le caratteristiche loro offerte. Il rapporto recitava,

„anche se criptograficamente Zcash è molto fondato, gli utenti si comportano in un modo che non sfrutta appieno il pool schermato, rendendoli rintracciabili“.

Antonopoulos ha continuato a parlare di come potrebbe esserci un effetto di trickle-down dei protocolli sviluppati in Monero che potrebbe beneficiare sostanzialmente l’ecosistema Bitcoin e i suoi utenti nei prossimi anni. Egli ha sottolineato questo,

„Monero aiuta in molteplici modi. Aiuta nello sviluppo del protocollo. Aiuta nello sviluppo di nuove tecnologie per la privacy, ma aiuta anche come parte di un ecosistema di crittocurrenze e catene di blocco che possono scambiarsi in modo relativamente rapido, senza soluzione di continuità e a basso costo“.